Come migliorare il tuo sound design

Ecco una versione corretta del tuo testo:

“Il sound design è un aspetto troppo spesso sottovalutato dai podcaster, ma fondamentale per creare un podcast percepito come professionale e in grado di instaurare empatia con l’ascoltatore.

Spesso il sound design viene considerato qualcosa per podcaster professionisti o solo per persone con competenze audio molto elevate. Ma è veramente così?

La risposta è NO, e in questo articolo ti spiegherò come farlo in modo facile e veloce.

Ho selezionato sette punti fondamentali da applicare al tuo podcast.

1. Scegli la giusta musica di sottofondo: La musica di sottofondo può fare la differenza tra un podcast mediocre e uno straordinario. Scegli una musica che si adatti al tono del tuo podcast e che non distragga l’ascoltatore dal contenuto. Ma dove trovo musica per i miei podcast?

Una delle piattaforme più utilizzate è Uppbeat, che offre tracce gratuite (limitate) oppure un abbonamento da € 6,99 al mese con tantissime tracce divise per categoria o tipologia di podcast.

Un’altra piattaforma con un catalogo musicale perfetto per i podcast è Epidemic Sound, leggermente più costosa di Uppbeat ma molto più completa e con una qualità leggermente superiore. Ovviamente, il costo mensile è leggermente superiore, poco meno di 20 euro al mese.

2. Utilizza gli effetti sonori: Gli effetti sonori possono essere utilizzati per creare un’atmosfera e per enfatizzare determinati momenti del tuo podcast. Tuttavia, è importante non esagerare con gli effetti sonori, altrimenti rischierai di distrarre l’ascoltatore. Ottimi per dare enfasi ai tuoi episodi, gli effetti sonori sono capaci di creare interesse nell’ascoltatore e soprattutto di creare ritmo nel tuo episodio. Un ottimo esempio sono i suoni che possono contestualizzare il tuo episodio, per esempio il rumore di acqua se crei episodi che trattano argomenti dedicati al green, oppure il cigolio di una porta per enfatizzare momenti di suspense in un episodio crime. Questi suoni li trovi sulle stesse piattaforme che offrono musica per i tuoi podcast e sono inclusi nella sottoscrizione mensile.

3. Normalizza il suono: È uno degli aspetti più importanti del sound design, in particolare quando registri episodi insieme a un ospite, magari a distanza. Per farlo devi fare due semplici cose: usare una piattaforma che divida le tracce tra la tua voce e singolarmente dei tuoi ospiti, permettendoti poi successivamente di usare software come Aducauty (gratuito) o Adobe Audition (a pagamento) per effettuare la normalizzazione del tuo episodio.

4. Pause e silenzi: Molti podcaster tendono a rendere gli episodi senza alcuna pausa, dando un ritmo costante ai propri episodi. Questa tecnica deriva dal montaggio video, diventato negli ultimi anni sempre più serrato grazie all’eliminazione proprio delle pause. Per esperienza, questa è una tecnica che spesso rovina l’esperienza di ascolto facendogli perdere interesse e riducendo il numero di ascolti. Il consiglio? Se usi il tuo podcast come strumento di marketing o per la formazione, lascia le pause e fallo percepire come se tu stessi parlando con i tuoi tempi. Questo lo renderà molto più accattivante ed empatico.

5. Testa e sperimenta: Quello che conta è costruire il tuo stile. Ascolta podcast simili al tuo progetto, cerca ispirazione e inizia a sperimentare anche con musiche e suoni per costruire il sound design che ti farà riconoscere dai primi secondi dei tuoi episodi.

Spero che questi piccoli consigli ti aiutino a migliorare il sound design del tuo podcast e a creare un sound design personalizzato capace di costruire un podcast di successo.

Nei prossimi articoli troverai approfondimenti su diversi punti di questo argomento.

Se, invece, stai cercando un podcast coach che ti aiuti a creare, produrre e monetizzare un podcast di successo, scopri PODCASTLAB e chiedi una consulenza gratuita per scoprire tutto quello che posso fare per il tuo progetto

Altri articoli

facciamo due chiacchiere!

Compila il modulo per raccontarmi il tuo progetto e ricevere informazioni.