Cosa sono i podcast indipendenti

Il mondo dei podcast è variegato e frammentato, dividendosi chiaramente in due categorie: i podcast prodotti da aziende, professionisti o case di produzione, e podcast indipendenti. In questo articolo ti spiegherò le differenze tra le due tipologie oltre a pro e contro nell’essere prodotti da piccoli e grandi editori oppure essere indipendenti.

Quando si entra nel mondo dei podcast, la prima cosa che ci colpisce e la diversa qualità dei contenuti, facendoci subito percepire il tempo dedicato alla scrittura, oltre alla qualità di produzione e montaggio di un podcast professionale.

Poi c’è l’aspetto economico, molto diverso tra le due tipologie di podcast.

Attenzione, quanto scritto sopra non significa che i podcast migliori siano quelli prodotti in modo ultra professionale ma, oggettivamente, è possibile percepirne le differenze. Ricordati che il risultato non dipenderà minimamente da questo aspetto ma dalla qualità del contenuto registrato.

Cosa sono i podcast indipendenti?

Hai mai sentito parlare delle radio pirata degli anni ’70?
Ok, forse il paragone è persino troppo estremo ma il concetto di base è fondamentalmente lo stesso. Significa scegliere in modo totalmente indipendente il contenuto del tuo canale, potendone decidere linea editoriale e contenuti da pubblicare in base alle esigenze.

Il podcast indipendente può essere prodotto in totale autonomia oppure insieme a un podcast producer che si occupi di trasformare le tue idee in testi e contenuti.

Ma quali sono i vantaggi e gli svantaggi di un podcast indipendente?

– La produzione

Ti assicuro che scrivere un podcast di qualità non è per nulla semplice, richiede comunque un minimo di allenamento e tanta dedizione. Se poi vogliamo anche alzarne il livello, dovremo mettere in conto il costo di attrezzatura professionale o una collaborazione con un podcast producer
Per lo stesso motivo, un podcast indipendente può essere scritto secondo uno stile più personale riuscendo a distinguerci e portando l’ascoltatore nel nostro mondo. Potremo in qualunque momento scegliere di cambiare stile produttivo o modo nel costruire i singoli episodi, lasciando a noi la totale libertà d’espressione.

 #2 – Linea editoriale

La linea editoriale è composta dallo stile produttivo, la tipologia di podcast che faremo (es. free talk, interviste, ecc..), l’argomento, il numero la durata degli episodi, oltre a musiche e obiettivo del nostro podcast.
In un podcast prodotto da un grande partner o un importante editore, la linea editoriale scelta rimarrà quasi sempre la stessa per tutta la durata della produzione. Nel 99,9% dei casi, non è prevista alcuna divagazione in uno solo di questi aspetti, perchè questo lo impone la natura per cui nasce il podcast.

Un podcast indipendente, non ha regole.
Lo dico spesso nei miei contenuti ma questo è uno dei grossi vantaggi che si porta dietro questo tipo di approccio.

Vogliamo fare un episodio da soli, oppure un’intervista per poi magari virare sullo storytelling? Il nostro podcast è nelle nostre mani e, se sapremo coinvolgere la nostra community, accompagneremo il nostro ascoltatore in un vero viaggio nel nostro mondo costruito senza regole e privo di monotonia.
Attenzione, variare non è per tutti e spesso si rischia di confondere il nostro ascoltatore ma, a mio parere, rimane un valore aggiunto per qualunque podcast.

 #3 – Costi

Qui la differenza è sostanziale.

Un podcast professionale ha costi altissimi e tempi di produzione leggermente più lunghi, avendo un processo creativo composto dalla scelta dell’obbiettivo per il nostro podcast, la scrittura, fino all registrazione con voci professioniste presso uno studio di registrazione che si occuperà anche della post produzione.
Parliamo di migliaia di euro.

Il podcast indipendente ha necessità molto più basiche, lasciando spesso la scrittura e la registrazione al podcaster stesso, con una post produzione autonoma. Si potrà ricorrere anche a podcast producer che potranno occuparsi di alcuni o tutti gli aspetti del nostro podcast, permettendoci di scegliere il valore dell’investimento in base a cosa richiederemo al professionista.

 Conclusioni

Quale si può considerare come la miglior tipologia di podcast?
Dare una risposta definitiva è impossibile essendoci troppi fattori in gioco. Innanzitutto dipende dagli obbiettivi del nostro podcast, se legata al nostro lavoro, brand oppure alle semplici passioni. Poi ci sono gli investimenti, che non tutti possono permettersi anche se l’idea potrebbe essere perfetta per un podcast di successo.

Per finire, la linea editoriale che può essere per noi una scelta di stile capace di aiutare o affossare il nostro progetto podcast.

A me personalmente piacciono molto di più i podcast indipendenti perché, se hai talento nella scrittura e una voce accattivante, potrai spingere il tuo podcast verso diversi stili e ascoltatori diversi, ottenendo risultati inimmaginabili.

Al prossimo articolo.

g.

Altri articoli

facciamo due chiacchiere!

Compila il modulo per raccontarmi il tuo progetto e ricevere informazioni.